È attiva ad Ancona “Ié Dai Na Mà? Se Pia Un Bràcio”, comunità di recupero per invadenti compulsivi.

Posti limitati, si prega di non insistere

LE SCIAPATE DI SARAI BELO TE. OVVIAMENTE NoN è VERO NiENTE. Non ci vuole la laurea per capirlo, no?

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email
Ie dai na ma se pia un braccio comunità ancona approfittatori compulsivi
©Khunatorn - stock.adobe.com

È attiva ad Ancona Ié Dai Na Mà? Se Pia Un Bràcio, comunità di recupero per invadenti compulsivi. La notizia è di stamani: dopo il successo di Chi Magna Da Soli Se Strozza comunità che si adopera nell’assistenza degli egoisti incalliti, ecco arrivare nel capoluogo dorico Ié Dai Na Mà? Se Pia Un Bràcio comunità di recupero per coloro che fanno dell’invadenza patologica un vero e proprio stile di vita. La comunità, con sede nel centro di Ancona, si avvale di collaudatissimi percorsi di recupero ideati e condotti da tutor di fama mondiale, attraverso i quali ogni singolo membro ha la possibilità di affrancarsi progressivamente dalla stringente morsa dell’invadenza compulsiva. È attivo, già da stamani, un indirizzo di posta elettronica cui scrivere per chiedere ogni informazione sulle modalità di ingresso nella comunità. Posti limitati. Si prega di non insistere.

Per le altre Sciapate di Sarai Belo Te. Clicca qui.

Vuoi leggere le Sciapate di Sarai Belo Te gratis sul tuo Kindle? Clicca qui.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su email

DISCLAIMER - Questa notizia è spudoratamente falsa, smaccatamente inventata e ha l'unico scopo di farci sorridere in dialetto anconetano. Ce fosse una, digo una, virgola vera. Gnente de gnente. Ce se dovrebbe arrivà ma, siccome nun ze sa mai, è mejo specificallo.

Il contenuto di questo articolo è di esclusiva proprietà di Marco Traferri Editore. È vietata qualsiasi riproduzione,anche parziale.

Hai già visto i Calendari 2022 di Sarai Belo Te?

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

error: Nun ce provà!